GEA costruisce il primo impianto di produzione di succhi a emissioni zero al mondo per Innocent

05.11.2021
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
GEA Group AG, in qualità di partner chiave del progetto, ha fornito innocente, il marchio leader in Europa di frullati e succhi, con la tecnologia di processo per la prima fabbrica di succhi al mondo a emissioni zero. La nuova fabbrica nei Paesi Bassi aprirà la strada ai futuri impianti dell'industria alimentare con un approccio veramente sostenibile.
GEA costruisce il primo impianto di produzione di succhi a emissioni zero al mondo per Innocent

Il design intelligente della pompa di calore in combinazione con gli adattamenti di processo ha convinto il pubblico agli Heat Pump Awards 2021: GEA e le bevande innocenti hanno vinto insieme l'oro nel People's Choice Award dell'European Heat Pump Association (EHPA) per la nuova fabbrica di succhi. Ogni anno, l'EHPA premia le soluzioni a pompa di calore più efficienti e sostenibili con l'Heat Pump Award. (Fonte immagine: Gruppo GEA Aktiengesellschaft)

Situato presso il Rotterdam Food Hub, l'impianto di produzione dovrebbe aprire ufficialmente nella primavera del 2022.

Nel progetto di nuova costruzione, GEA è responsabile della tecnologia di processo, refrigerazione e riscaldamento. Il coinvolgimento precoce nella fase di pianificazione del design ha consentito all'azienda di sviluppare numerosi cambiamenti di processo innovativi che aiutano significativamente gli innocenti nel percorso verso il raggiungimento dei suoi obiettivi climatici. GEA e innocent hanno recentemente vinto l'oro nell'European Heat Pump Association (EHPA) People's Choice Award per il design intelligente della pompa di calore.

"Il progetto innocente è un esempio eccezionale di come abbiamo messo in pratica il nostro scopo di "ingegneria per un mondo migliore"", ha affermato il CEO di GEA Stefan Klebert. “Non solo abbiamo integrato le tecnologie più efficienti sotto il profilo delle risorse, ma abbiamo anche ripensato completamente i processi, nonché i sistemi di riscaldamento e refrigerazione. Insieme a innocent, abbiamo spinto la busta oltre la pratica standard di produzione delle bevande.

Ciclo della domanda e dell'offerta di energia
Poiché gran parte dell'energia utilizzata nella produzione è per il calore, GEA ha lavorato intensamente sull'energia in-process e sull'efficienza delle risorse nel processo di produzione. Durante il processo di pianificazione, i partecipanti al progetto hanno esaminato attentamente ogni fase: alcuni processi potrebbero funzionare a una temperatura inferiore senza influire sulla qualità? L'acqua necessaria per la pastorizzazione potrebbe essere riscaldata utilizzando il calore di scarto dell'impianto di refrigerazione? Quali temperature sono in grado di produrre le nuove pompe di calore elettriche? Dove è davvero necessario il vapore come mezzo? Per innocente, GEA ha scomposto l'intero processo di produzione del succo nelle sue parti componenti e poi lo ha ricostruito da zero. L'azienda ha anche applicato l'approccio delle soluzioni energetiche sostenibili (SEnS). Ciò include i requisiti di riscaldamento e raffreddamento nei sistemi già in fase di progettazione, invece che dopo il fatto, quando le correzioni non sono praticamente più possibili.

Adattare il processo alla domanda dei servizi pubblici
Ad esempio, una pompa di calore GEA recupererà il calore disperso dai sistemi di refrigerazione e lo riutilizzerà in altre fasi del processo. Le temperature di pastorizzazione possono essere abbassate da 95 °C a 90 °C, migliorando il bilancio energetico del tre percento. Ciò rende possibile montare una pompa di calore e scongelare i succhi congelati con acqua calda anziché vapore. GEA ha consigliato innocente di utilizzare due circuiti di riscaldamento separati: uno impostato a 65 °C per la pulizia e l'altro a 90 °C per la pastorizzazione e la sterilizzazione. Inoltre, innocent raffredderà i succhi solo quanto è assolutamente necessario perché ogni grado in cui il mercurio non ha bisogno di scendere migliora l'efficienza energetica di non meno del quattro percento.

Avere una visione a 360 gradi della catena di processo consentirà a innocent di ridurre sostanzialmente la sua impronta di carbonio, influenzando in modo massiccio altri parametri come il consumo di acqua e la produzione di rifiuti. Un esempio mette in evidenza l'uso del succo di limone piuttosto che dell'acqua come liquido di lavaggio naturale delle guarnizioni, perché il basso valore di pH impedisce la crescita batterica. Inoltre, GEA ha sviluppato un sistema automatizzato di pulizia sul posto che riduce al minimo l'area della superficie di pulizia richiesta, ma sfrutta anche la tecnologia pionieristica Fluivac di Fluidor per pulire i tubi con aria anziché con acqua. Ciò consente a innocenti di recuperare il 98 percento del succo dalle tubazioni del processo. Il cliente risparmierà sull'utilizzo di acqua e prodotti chimici, ridurrà le attività manuali e i tempi di fermo dell'impianto di produzione.

Vetrina per l'intera industria delle bevande
“Faccio di cappello a GEA perché è stata al nostro fianco in ogni fase del processo, aiutandoci a sfidare gli approcci di progettazione convenzionali. Tutti i piccoli dettagli si sommano a un grande successo", ha affermato Andy Joynson, Chief Blender (direttore del sito) presso il nuovo impianto innocente. Le nuove soluzioni implementate vanno ben oltre i tradizionali processi di produzione delle bevande. “I produttori di alimenti e bevande possono scegliere di basare i loro progetti futuri di impianti sul nostro modello. Vogliamo ispirare e supportare una trasformazione su vasta scala. In linea con ciò, invitiamo consapevolmente l'industria a condividere le nostre scoperte e allo stesso tempo a imparare dai nostri passi falsi e dai nostri successi".

Altri articoli sull'argomento

Wilo sostiene l’irrigazione sostenibile in Uzbekistan

26.11.2021 -

Nell’ambito del programma di sovvenzioni develoPPP, Wilo e il GIZ (Deutsche Gesellschaft für Internationale Zusammenarbeit) stanno cooperando per promuovere e sviluppare le energie rinnovabili in Uzbekistan. In qualità di uno dei produttori mondiali di pompe e sistemi di pompaggio, Wilo contribuisce con la propria esperienza tecnica e sostiene l’istruzione e il trasferimento di conoscenze tra gli attori politici e agricoli della regione.

Leggi tutto

Watson-Marlow annuncia l’inizio di un nuovo stabilimento di produzione all’avanguardia

25.11.2021 -

Watson-Marlow è lieta di annunciare l’inizio del suo nuovo stabilimento di produzione all’avanguardia a Devens, nel Massachusetts. Una cerimonia di celebrazione si è tenuta giovedì 18 novembre al 16 Bulge Road a Devens MA. La nuova struttura sarà dedicata alla gamma di prodotti leader del settore Watson-Marlow, tra cui pompe peristaltiche, tubi, soluzioni per il percorso dei fluidi e componenti BioPure.

Leggi tutto

Xylem chiede al settore idrico di aderire all’impegno “Race to Zero” sulle emissioni

26.10.2021 -

La società globale di tecnologia idrica, Xylem, ha invitato i leader e le organizzazioni del settore idrico a unirsi a una spinta globale alla sostenibilità per ridurre le emissioni di gas serra legate ai sistemi idrici e alla gestione dell’acqua. L’incoraggiamento arriva dopo l’annuncio del mese scorso secondo cui Xylem aveva formalizzato il suo impegno a raggiungere emissioni nette di carbonio pari a zero lungo la sua catena del valore prima del 2050*.

Leggi tutto