Nuovo agitatore a motore sommerso HOMA resistente agli elementi fibrosi

12.03.2021
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
Resistente agli elementi fibrosi: agitatore a motore sommerso con mozzo dell'elica ottimizzato per ridurre al minimo le zone di flusso morto e prevenire l'intasamento.
Nuovo agitatore a motore sommerso HOMA resistente agli elementi fibrosi

agitatore a motore sommerso con mozzo dell'elica ottimizzato per ridurre al minimo le zone di flusso morto e prevenire l'intasamento. (Fonte immagine: HOMA Pumpenfabrik GmbH)

HRS-Mixer
Gli agitatori a motore sommergibile sono spesso utilizzati per l'omogeneizzazione e la sospensione di fluidi. La materia solida fibrosa, tuttavia, che tende a formare fili nelle acque reflue e può causare intasamenti, rappresenta una minaccia significativa per questi sistemi. Non è insolito che tale materiale rimanga impigliato intorno all'elica, impedendole di girare come dovrebbe. Di conseguenza, l'uscita centrifuga dell'agitatore diminuisce rapidamente - anzi, l'unità potrebbe persino guastarsi del tutto. Nell'agitatore a motore sommerso per la sua serie HRS, HOMA ha quindi sviluppato un approccio che si concentra sulla capacità del sistema idraulico di resistere a tali elementi fibrosi: un nuovo design dell'elica previene efficacemente l'intasamento, garantendo prestazioni costanti. Inoltre, la sua costruzione in acciaio inossidabile è resistente sia alla corrosione che all'usura causata da elementi abrasivi.

"Il fatto che l'idraulica del sistema debba essere in grado di affrontare un'intera gamma di diversi elementi fibrosi nelle acque reflue rappresenta un'enorme sfida per i produttori di pompe e agitatori", ha spiegato Pascal Merz, Design Engineer presso HOMA Pumpenfabrik GmbH. Ciò è in parte dovuto al fatto che la velocità periferica è molto bassa nella regione dell'asse di rotazione di un'elica, quindi le zone di flusso morto spesso si sviluppano lì. A differenza delle punte dei rotori, dove la velocità di flusso è elevata, il materiale solido filamentoso tende a raccogliersi verso il centro degli agitatori a motore sommerso, formando trefoli che possono causare intasamenti. Una volta che gli elementi fibrosi vengono catturati nell'elica, ne impediscono la rotazione e hanno un significativo effetto negativo sulle prestazioni del sistema. Nel peggiore dei casi, possono causare il malfunzionamento dell'unità. Per questo motivo HOMA ha ampliato la propria gamma di agitatori e, nello sviluppo di un nuovo sistema, ha prestato particolare attenzione alla capacità dell'idraulica di resistere ai solidi che non riescono a disgregarsi. Il nuovo agitatore a motore sommerso HRS, con il suo grande mozzo elica, riesce a impedire che i solidi raggiungano le pale del rotore, prevenendo efficacemente l'intasamento. "Grazie al grande mozzo dell'elica, nessun elemento fibroso è in grado di entrare in zone dove la velocità del flusso è troppo bassa. Ciò previene efficacemente l'interruzione delle operazioni e la conseguente necessità di pulire il materiale ostruito dall'elica", ha affermato Merz.

L'elica è stata progettata con l'ausilio di un computer. "Ciò ha permesso di condurre un gran numero di prove e analisi dettagliate dei risultati nel più breve tempo possibile", ha continuato Merz. "Questo approccio ci ha aiutato a individuare, analizzare e migliorare i punti deboli dell'elica". Una volta analizzati i dati, HOMA ha quindi progettato i suoi sistemi a otto e dodici poli per includere eliche in microfusione, che consentono un'ottimizzazione del flusso delle pale particolarmente buona. In combinazione con le proprietà di agitazione ottimizzate del potente motore, ciò ha prodotto prestazioni eccellenti in termini di potenza di spinta e di miscelazione. "Come motori a trasmissione diretta e ad alta velocità, i nostri agitatori HRS raggiungono una spinta compresa tra 125 N e 3000 N con eliche di dimensioni comprese tra 230 mm e 700 mm, a seconda della serie di motori", ha affermato Merz.

Profilo di utilizzo versatile grazie a un design particolarmente robusto
Inoltre, gli agitatori HRS si distinguono dagli altri modelli sul mercato per la loro progettazione eccezionalmente compatta e robusta. Il Sig. Merz ha spiegato: "In precedenza, i sistemi sono stati spesso soggetti a usura a causa di elementi abrasivi nelle acque reflue. La tenuta meccanica con due tenute meccaniche (dorso a dorso) realizzate in SiC / SiC resistente alla corrosione - combinate con due alberi radiali aggiuntivi anelli di tenuta che scorrono sul mozzo dell'elica rivestito in carbonio - garantiscono la migliore protezione possibile contro l'ingresso di fluidi e solidi ", ha concluso.

L'unità garantisce quindi un funzionamento senza problemi anche nelle condizioni più difficili ed è particolarmente adatta per la geometria del bacino più piccola contenente un'elevata percentuale di solidi. Ciò significa che il sistema può essere utilizzato non solo per applicazioni come l'omogeneizzazione dei fanghi, lo spurgo dei depositi e la rimozione del ghiaccio, ma anche per l'allevamento ittico e nei bacini di raffreddamento. I modelli della serie (C) HRS, che sarà lanciata contemporaneamente alla gamma HRS, possono essere utilizzati anche in fluidi chimicamente aggressivi. Ciò che distingue questi prodotti dai modelli HRS è la presenza di guarnizioni aggiuntive in FPM e di un involucro in acciaio inossidabile: nelle versioni HRS, l'alloggiamento è in ghisa grigia.

Installazione semplice
I convenzionali agitatori a motore sommerso sono spesso difficili da configurare perché i dispositivi fissi disponibili sul mercato spesso mancano della flessibilità necessaria per quanto riguarda l'installazione. I sistemi HRS, invece, hanno un design modulare, per mezzo del quale possono essere adattati a tubi quadrati con una dimensione nominale di 60, 80 o 100 mm, a seconda delle esigenze. "Ciò significa che i nostri clienti possono installare le unità in modo flessibile e individuale, in qualunque cosa considerino la posizione migliore", ha aggiunto Merz. "In alternativa, il nostro team di assistenza clienti interno a HOMA può eseguire l'installazione." Su richiesta l'azienda offre anche formazione tecnica ai propri clienti.

Inoltre, il design modulare delle unità facilita anche lo smontaggio. I nuovi modelli HOMA possono essere facilmente smontati con strumenti regolari, a vantaggio non solo degli installatori e del personale di servizio, ma anche dei clienti. "Dopo tutto, un rapido processo di smantellamento fa risparmiare tempo", ha commentato Merz.

Altri articoli sull'argomento

Direttamente alla selezione dei prodotti nel

PumpSelector

ULTIME NOTIZIE

MERCATO DEL LAVORO