Il rapporto mostra una revisione al rialzo nei settori manifatturiero statunitense e cinese

02.12.2020
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
Interact Analysis ha pubblicato il suo report MIO (Manufacturing Industry Output) recentemente aggiornato, un report completo e altamente dettagliato sullo stato del settore manifatturiero globale.
Il rapporto mostra una revisione al rialzo nei settori manifatturiero statunitense e cinese

Fonte immagine: Interact Analysis

L'ultimo aggiornamento mostra una notevole revisione al rialzo delle principali economie manifatturiere, con la Cina e gli Stati Uniti che sono stati molto meno colpiti di quanto previsto in precedenza. Il rapporto di aggiornamento di questo trimestre è disponibile gratuitamente per tutti.

La ricerca mostra che la contrazione del -10% precedentemente prevista per gli Stati Uniti nel 2020 è stata ridotta di oltre la metà. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che non ci sono stati blocchi, quindi mentre il virus ha imperversato, la produzione manifatturiera è continuata. Si prevede che la Cina, il cui governo ha operato un rigoroso regime di controllo dei virus, vedrà ora una piccola crescita, dell'ordine dello 0,9% nel 2020. Altre economie asiatiche hanno avuto risultati migliori del previsto, ma le previsioni per l'Europa rimangono più o meno le stesso. Come risultato di queste rivalutazioni, la previsione globale di crescita negativa per il 2020 è stata rivista al ribasso da -7,8% (prevista ad agosto) a -4,8% e si prevede che la produzione manifatturiera globale supererà i livelli del 2019 entro il 2022, piuttosto che nel 2024 Sebbene radicale, questo ripristino si basa su prove raccolte sul campo dal team di esperti di Interact Analysis.

Per quanto riguarda i settori manifatturieri specifici, tutti tranne l'aerospaziale torneranno ai livelli del 2019 entro il 2023 e la maggior parte supererà la barriera nel 2022. La forte performance nelle regioni APAC significa che l'industria dei semiconduttori dovrebbe superare i livelli del 2019 quest'anno, piuttosto che nel 2021 e gli indicatori mensili di Eurostat e degli Stati Uniti indicano una ripresa molto più rapida nel settore tessile rispetto alle previsioni precedenti. Mentre si prevede che l'aerospaziale faticherà a medio termine, si prevede che l'automotive, un altro importante settore colpito duramente dalla pandemia, supererà i livelli del 2019 entro il 2023, anziché nel 2024 come previsto in precedenza. I pacchetti di stimolo post-COVID, forniti dai governi europei, spesso a sostegno della loro spinta verso l'ibridazione o la completa elettrificazione dei veicoli, sono un fattore qui.

Adrian Lloyd, CEO di Interact Analysis, afferma: “C'è luce alla fine del tunnel per quanto riguarda la produzione? Il tracker MIO aggiornato di Interact Analysis offre buone ragioni per pensarlo. Per me, è particolarmente interessante, ma allo stesso tempo a posteriori forse anche non sorprendente, vedere che i controlli ultra-lenti dei virus degli Stati Uniti sembrano aver portato a prestazioni migliori per la produzione; superato solo dalle prestazioni fornite dall'approccio ultra-rigoroso della Cina.

"Sono inoltre lieto di annunciare ai nostri clienti che operano nella regione dell'America Latina che, a partire da questo aggiornamento, il monitoraggio dell'output del settore manifatturiero di Interact Analysis ora include l'Argentina, la terza economia più grande del Sud America. Infine, in qualità di agenzia leader di ricerche di mercato industriale, vogliamo fare la nostra parte per aiutare il settore industriale a rimettersi in piedi. Ecco perché abbiamo reso il rapporto di aggiornamento di questo trimestre dal MIO Tracker gratuito per tutti [...]. "

Altri articoli sull'argomento

Direttamente alla selezione dei prodotti nel

PumpSelector

ULTIME NOTIZIE

  • Eventi

    « Aprile 2021 » loading...
    LMMGVSD
    29
    30
    31
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    11
    12
    13
    14
    15
    16
    17
    18
    19
    20
    21
    22
    23
    24
    25
    26
    27
    28
    29
    30
    1
    2
  • MERCATO DEL LAVORO