Il nuovo impianto di estrazione del sale K+S viene messo in linea con il supporto tecnico di Celeros

28.06.2021
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
Un nuovo impianto di estrazione del sale al largo della costa settentrionale dell'Olanda è stato messo in funzione prima del previsto, evitando un grave arresto della produzione quando i problemi esistenti sono ben sviluppati.
Il nuovo impianto di estrazione del sale K+S viene messo in linea con il supporto tecnico di Celeros

Panoramica delle due nuove pompe di iniezione d'acqua CUP per funzionamento singolo e parallelo, dopo l'installazione e la messa in servizio presso il sito di Frisia Zout BV. (Fonte immagine: Celeros Flow Technology)

Frisia Zout BV, parte di K+S Minerals and Agriculture GmbH, è stata in grado di superare i tempi e le sfide tecniche dell'accelerazione del progetto lavorando in collaborazione con Celeros Flow Technology (Celeros FT). Celeros FT ha fornito pompe con specifiche elevate e competenze ingegneristiche specialistiche durante tutta la fase di installazione e messa in servizio. Continueranno a garantire che le pompe funzionino in modo soddisfacente durante i 15 anni di vita dell'impianto.

Sfide di produzione
Frisia Zout BV produce circa 1,2 milioni di tonnellate di sale di alta qualità ogni anno da utilizzare nella lavorazione industriale, nella produzione alimentare e nella purificazione dell'acqua. Ciò comporta l'estrazione e la lavorazione di circa 10.000 m3 di salamoia al giorno.

Il sale viene estratto su licenza del governo olandese. A causa di modifiche normative, una nuova licenza consentirebbe solo l'estrazione da fonti sottomarine al largo della costa, piuttosto che a terra. Di conseguenza, nel sito di Frisia Zout BV era necessario un nuovo pozzo di trivellazione e un impianto associato.

K+S ha iniziato a pianificare un nuovo edificio di pompe nel 2017 e la costruzione è iniziata nell'aprile 2020. Tuttavia, difficoltà impreviste con il pozzo onshore esistente hanno reso imperativo portare il nuovo pozzo offshore in funzione il prima possibile.

Le pressioni del tempo non sono state le uniche sfide che l'azienda ha dovuto affrontare. Il nuovo impianto è alimentato da uno dei pozzi più profondi al mondo e dispone di 5 km di tubazioni oltre le pompe di iniezione dell'acqua. Di conseguenza, l'acqua di processo deve essere pompata ad alta pressione (250 barg) e ad alta portata (450 m3/h) per estrarre la quantità di sale necessaria – facendo la scelta di pompe fondamentali per il successo.

Soluzione totale
Celeros FT ha valutato i requisiti di flusso per il processo di iniezione dell'acqua nel nuovo impianto e ha verificato che le pompe CUP-BB3 potessero essere realizzate per soddisfare i requisiti. Le pompe sono state specificate con carcasse in acciaio inossidabile Duplex perché avrebbero funzionato in un ambiente carico di sale. ClydeUnion Pumps ha prodotto e fornito i pacchetti pompa, nonché l'installazione e la messa in servizio. Inoltre, hanno supportato Frisia Zout BV nel riportare in servizio una vecchia pompa come ricambio: valutandola e aggiornando l'involucro per assicurarsi che soddisfacesse i nuovi requisiti di servizio.

La capacità dell'azienda di rispettare la scadenza accelerata del progetto è particolarmente impressionante se si considera che la pandemia di COVID-19 stava già influenzando le forniture di materiali e componenti. Il team di Celeros FT ha lavorato duramente per garantire che ciò non avesse alcun impatto sui propri clienti.

Jouk Riemer, project manager per Frisia Zout BV, afferma: “La combinazione di apparecchiature OEM di alta qualità e competenze ingegneristiche pratiche offerte da Celeros Flow Technology è stata determinante per realizzare questo progetto in anticipo. Sono convinto che ci sarebbe voluto molto più tempo per ottenere ciò di cui avevamo bisogno da un altro produttore di pompe. La reattività dell'azienda è stata fondamentale per rispettare la nostra scadenza rivista, ridurre i costi e mantenere praticabile l'estrazione in questo sito".

Futuro assicurato
Il nuovo impianto di estrazione del sale è entrato in funzione nel dicembre 2020. Le sue pompe CUP-BB3 soddisfano le alte pressioni e le portate richieste per l'applicazione e possono funzionare in parallelo, il che ha migliorato la produttività. La disponibilità di una pompa di riserva offre ulteriore sicurezza che i tempi di fermo della produzione saranno minimi.

Il nuovo pozzo ha una vita operativa di 15 anni, anche se in futuro potrebbe essere necessario che l'edificio della pompa servirà più di un pozzo poiché la domanda di sale ad alta purezza K+S continua a crescere. La facile sostituzione delle parti soggette a usura e l'assistenza continua di Celeros FT garantiranno che le pompe BB3 continuino a soddisfare i parametri operativi per tutta la durata dell'impianto di estrazione.

Altri articoli sull'argomento

Quindici pompe ad iniezione d’acqua stanno ottimizzando la produzione nel più grande giacimento petrolifero dell’Iraq

24.06.2021 -

Sulzer ha consegnato 15 delle pompe più grandi della sua gamma CP a un operatore del giacimento petrolifero di Rumaila in Iraq. Le pompe fanno parte di un progetto per introdurre la tecnologia di recupero dell’olio avanzato (EOR) in diversi siti di pozzi del cliente. Le pompe Super Duplex CP a dieci stadi forniranno ciascuna più di 500 metri cubi di acqua all’ora a poco meno di 200 bar al pozzo, aumentando significativamente i tassi di recupero.

Leggi tutto

Pentair annuncia obiettivi strategici di responsabilità sociale

11.06.2021 -

Pentair plc ha annunciato i suoi obiettivi strategici di responsabilità sociale. I nuovi obiettivi sono stati lanciati con la pubblicazione del Rapporto sulla responsabilità aziendale 2020 di Pentair, che evidenzia le iniziative dell’azienda per diventare un’azienda leader socialmente responsabile in quanto fornisce soluzioni intelligenti e sostenibili che consentono a clienti e dipendenti di sfruttare al meglio le risorse essenziali della vita.

Leggi tutto
Direttamente alla selezione dei prodotti nel

PumpSelector

ULTIME NOTIZIE

MERCATO DEL LAVORO