Investimenti nello sviluppo della tecnologia di lubrificazione dell’aria per la navigazione sostenibile

15.07.2021
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
La lubrificazione ad aria per le navi marine è una soluzione in via di sviluppo che ridurrà radicalmente il consumo di carburante e l'impatto ambientale. Avendo acquisito una partecipazione di minoranza in Marine Performance Systems B.V., una società di tecnologia marittima con sede a Rotterdam, Alfa Laval sarà determinante nel rendere questa tecnologia tanto ricercata una realtà commerciale.
Investimenti nello sviluppo della tecnologia di lubrificazione dell’aria per la navigazione sostenibile

La nave da carico generale M/V Tharsis con tecnologia FluidicAL a bordo. (Fonte immagine: Alfa Laval)

Navigazione a risparmio energetico su un letto di bolle
L'idea di utilizzare le bolle per ridurre l'attrito di una nave, che è il principale fattore di consumo di carburante mentre si muove attraverso l'acqua, esiste da oltre un secolo. Tuttavia, ci è voluto del tempo per rendersene conto. Alfa Laval ha scelto di investire in Marine Performance Systems, il cui metodo unico di produrre bolle con la fluidica è un'innovazione che ridurrà il consumo di carburante dell'8–12% alla normale velocità di servizio di un'imbarcazione.

"L'uso della fluidica crea uno strato d'aria più ampio di qualità superiore", afferma Frode Lundsteen Hansen, che ha fondato Marine Performance Systems nel 2018 con gli innovatori Pieter Kapteijn e Fulko Roos. “La nostra tecnologia FluidicAL consente una lubrificazione dell'aria veramente efficace, con immediati benefici ambientali e notevoli risparmi per gli armatori. Alfa Laval condivide la nostra convinzione che questa tecnologia faciliterà la transizione verso la spedizione verde”.

"L'investimento chiude il cerchio di Alfa Laval, poiché la tecnologia di lubrificazione ad aria per le navi marine è stata per la prima volta perseguita e brevettata dal nostro fondatore Gustav de Laval nel 1883", afferma Sameer Kalra, Presidente, Alfa Laval Marine Division. “La tecnologia non ha portato a nessun prodotto ai suoi tempi, ma la visione del nostro fondatore ha oggi una nuova importanza. La lubrificazione ad aria semplificherà il percorso dell'industria nautica verso un futuro sostenibile”.

Compensare i costi dell'ecologia
Riducendo la quantità di carburante bruciato, la lubrificazione dell'aria avrà un effetto diretto sulle emissioni di gas serra. Inoltre, fornirà risparmi critici sui costi del carburante per gli armatori, che devono compensare le spese di una rapida riduzione della loro impronta ambientale.

"Le flotte non possono essere sostituite durante la notte, quindi le navi esistenti dovranno fare affidamento su combustibili puliti per ridurre le loro emissioni", spiega Lundsteen Hansen. “In un settore a basso margine in cui il carburante rappresenta fino al 60 percento dei costi di un armatore, il prezzo premium di quei carburanti è un onere pesante. Con mezzi molto piccoli, la lubrificazione ad aria può fornire un notevole sollievo”.

Infatti, la tecnologia brevettata FluidicAL non richiede modifiche strutturali o ricertificazione della nave, il che la rende ideale per il retrofit e per le nuove costruzioni. Compatibile con qualsiasi dimensione dell'imbarcazione e qualsiasi tipo di carburante, comprende bande di oscillatori uniformemente distanziate sotto lo scafo dell'imbarcazione. Utilizzando la fluidica ad alta efficienza, ogni oscillatore produce decine di migliaia di microbolle al secondo, creando uno strato d'aria stabile e uniforme che riduce significativamente l'attrito tra lo scafo e l'acqua sottostante.

Comprovato in funzione in mare
Le elevate prestazioni della tecnologia FluidicAL e la sua capacità di operare in varie condizioni sono già state dimostrate su vasta scala. Alla fine del 2020 è stata realizzata un'installazione pilota sulla nave da carico generale M/V Tharsis, con ottimi risultati e evidenti risparmi in mesi di operatività.

"Con la nostra soluzione FluidicAL in atto, M/V Tharsis ha effettuato 25 corse controllate in condizioni di carico e zavorra", afferma Lundsteen Hansen. “Come previsto, c'è stata una riduzione del 60% della resistenza specifica sull'area piatta dello scafo, il che significava un consumo di carburante notevolmente inferiore. Non solo non c'era alcun impatto sulla stabilità o sulla manovrabilità, ma la navigazione era anche notevolmente più fluida".

Una soluzione equilibrata con un ampio potenziale
Dati i vantaggi di riduzione delle emissioni della lubrificazione ad aria, nonché il risparmio di carburante che offre agli armatori, l'investimento nella tecnologia FluidicAL è un passo logico per Alfa Laval.

“Si tratta di una soluzione unica, rilevante per tutte le navi, afferma Kalra. Siamo lieti di avere una partecipazione in Marine Performance Systems e nel lavoro di portare la loro soluzione di lubrificazione ad aria ai clienti.

"Siamo orgogliosi della nostra innovazione e di quanto lontano sia arrivata", afferma Lundsteen Hansen. "Con il supporto di Alfa Laval, la tecnologia FluidicAL farà presto onde positive nel settore nautico".

Altri articoli sull'argomento

I leader dell’acqua lanciano un nuovo centro per accelerare l’azione sulle sfide globali dell’acqua e della sostenibilità

22.06.2022 -

I leader del settore idrico, tra cui il mondo accademico, i fornitori di tecnologia, le associazioni di categoria e le ONG, stanno collaborando in un nuovo consorzio per accelerare le soluzioni alle sfide critiche dell’acqua e della sostenibilità del mondo. Il Reservoir Center for Water Solutions, con sede a Washington, DC, fungerà da hub di collaborazione globale per promuovere soluzioni e innovazioni idriche rivoluzionarie.

Leggi tutto

Xylem vince per la leadership “Net Zero” ai Global Water Awards

25.05.2022 -

Il leader mondiale della tecnologia idrica Xylem è stato nominato “Net Zero Carbon Champion” ai Global Water Awards 2022, riconoscendo il lavoro dell’azienda per accelerare la decarbonizzazione del settore idrico. Oltre ai propri impegni per ottenere emissioni nette di carbonio pari a zero, Xylem collabora con utilities, aziende e gestori idrici di tutto il mondo per contribuire a ridurre la loro impronta di carbonio.

Leggi tutto