Trattamento delle acque reflue efficiente dal punto di vista energetico con stabilizzazione anaerobica dei fanghi

04.03.2021
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
A seguito di una procedura di gara pubblica, WELTEC BIOPOWER si è aggiudicata il contratto per una fase anaerobica per l'impianto di depurazione municipale di Bückeburg, nella Germania settentrionale.
Trattamento delle acque reflue efficiente dal punto di vista energetico con stabilizzazione anaerobica dei fanghi

Fino ad ora, l'impianto di trattamento delle acque reflue con una capacità di 33.000 AE (popolazione equivalente) ha applicato il trattamento aerobico delle acque reflue. La conversione alla stabilizzazione anaerobica dei fanghi metterà l'intero impianto sulla buona strada per il successo economico ed ecologico. (Fonte immagine: WELTEC BIOPOWER GmbH)

Oltre ai lavori di sterro e agli impianti elettrici, il produttore tedesco di impianti di biogas supervisionerà la costruzione del nuovo ispessitore per fanghi, la sala macchine della centrale di cogenerazione e il digestore con il suo tetto di stoccaggio del gas. D'ora in poi, i fanghi saranno sottoposti a digestione anaerobica nel digestore in acciaio inossidabile. Il budget per le varie misure di ammodernamento dei locali ammonta a 4,14 milioni di euro. La fase anaerobica sarà pronta per andare in diretta nell'ottobre 2021.

Fino ad ora, l'impianto di trattamento delle acque reflue con una capacità di 33.000 AE (popolazione equivalente) ha applicato il trattamento aerobico delle acque reflue. La conversione alla stabilizzazione anaerobica dei fanghi metterà l'intero impianto sulla buona strada per il successo economico ed ecologico. La nuova soluzione per il trattamento delle acque reflue è impostata per ottimizzare i processi operativi e fornire un'efficienza energetica significativamente più elevata. Inoltre, il nuovo processo dovrebbe ridurre le emissioni di gas serra dell'impianto di depurazione di 664 t / anno. Nell'ambito del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), la banca per gli investimenti e lo sviluppo della Bassa Sassonia (NBank) premia i risparmi di carbonio con una sovvenzione di 1 milione di euro.

Oltre al miglioramento ecologico, il trattamento anaerobico delle acque reflue di WELTEC si tradurrà in una significativa riduzione dei costi. Ad esempio, la quantità di fanghi che si accumulano ogni anno scenderà da 2.800 ta 1.800 t. Inoltre, verrà risparmiato circa il 5% del consumo energetico. Il potenziale di risparmio maggiore, tuttavia, risiede nel gas di fanghi: "Con i 465.000 kWh di energia che otterremo dal gas di scarico ogni anno, saremo in grado di coprire il 40% della nostra domanda di energia", afferma Rainer Klenke. Il responsabile tecnico delle operazioni relative alle acque reflue del comune di Bückeburg calcola che la bolletta elettrica annuale scenderà di due terzi da 195.000 euro a 65.000 euro.

La competenza per questo concetto di ottimizzazione proviene dalla tecnologia del biogas. WELTEC BIOPOWER implementerà il digestore come un serbatoio in acciaio inossidabile nel design segmentato collaudato con un miscelatore a doppia paletta. Il digestore avrà un'altezza di 6,3 m, un diametro di circa 19 m e una capacità di 1.823 m³. Il gas di scarico verrà immagazzinato nel tetto flessibile a doppia membrana con un volume di ca. 600 m³. Questo design si distingue con costi di investimento molto inferiori rispetto a un digestore convenzionale ed è quindi una soluzione ottimale per piccoli impianti di trattamento delle acque reflue. In acciaio inox è anche il nuovo ispessitore statico per fanghi, dotato di miscelatore sommerso e dalla capacità di 342 m³. Un'unità CHP da 226 kW garantirà un utilizzo efficiente del gas. Sia la potenza generata che il calore saranno utilizzati nei locali dell'impianto. Inoltre, nella sala macchine verrà installata una caldaia a gas da 170 kW per garantire l'approvvigionamento termico del digestore anche durante i lavori di manutenzione della centrale di cogenerazione.

L'impianto di depurazione comunale subirà quindi un aumento di efficienza grazie a miglioramenti tecnologici e di processo. Oltre alla fase anaerobica, un chiarificatore primario sarà nuovamente integrato nel processo. In questo modo, i fanghi primari verranno estratti dalle acque reflue, riducendo di un terzo la richiesta chimica di ossigeno (COD). Più basso è questo valore, più è facile trattare l'acqua. Ciò riduce il periodo di aerazione nel serbatoio di aerazione e quindi i costi energetici. Thomas Sextro, Sales Manager di WELTEC BIOPOWER, spiega: "I fanghi stabilizzati aerobicamente contengono un carico organico più elevato ed è più difficile da disidratare. Con il processo anaerobico, i fanghi disidratati hanno circa il 35% in meno di volume, il che consente di risparmiare sui costi di trasporto e smaltimento dei fanghi. "

Queste combinazioni intelligenti di trattamento delle acque reflue, generazione di energia e protezione del clima rendono gli impianti di trattamento delle acque reflue esistenti a prova di futuro. Le tecnologie efficienti in termini di costi e concetti collaudati nel campo del biogas sono adatti a contrastare le fluttuazioni dei prezzi dell'energia e l'aumento dei costi di utilizzo dei fanghi. A Bückeburg, ad esempio, ciò consente al comune di mantenere costanti i costi di drenaggio delle acque reflue e delle acque superficiali senza gravare sui cittadini con costi aggiuntivi.

Altri articoli sull'argomento

Una soluzione a ozono disinfetta i reflui al 99,9%

17.11.2020 -

Collodi, frazione del comune di Pescia (PT), è caratterizzata da una forte presenza industriale, in particolar modo legata alla produzione di carta e cartone. Gli scarichi idrici dell’intero comparto industriale vengono recapitati al depuratore di Veneri, gestito dal Consorzio del Torrente Pescia, tramite una condotta fognaria.

Leggi tutto
Direttamente alla selezione dei prodotti nel

PumpSelector

ULTIME NOTIZIE

MERCATO DEL LAVORO