Le perdite di entrate sono le principali utility a rischio di Covid

19.08.2020
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
Il mancato pagamento delle fatture dei clienti rappresenta la più grande minaccia Covid-19 per i servizi idrici in tutto il mondo, come dimostra la ricerca presentata all'ultimo webinar della Water Action Platform.

Un webinar bisettimanale della società di consulenza tecnologica globale Isle offre un'istantanea delle migliori pratiche e delle lezioni apprese dalle utility e dagli esperti del settore idrico di tutto il mondo mentre rispondono alla pandemia di coronavirus, mentre affrontano altre questioni chiave che il settore deve affrontare. Ospitati dal presidente dell'isola, il dottor Piers Clark, i webinar sono aperti a tutti.

Ecco un riepilogo degli insegnamenti chiave del sedicesimo webinar della Water Action Platform, che si è svolto il 6 agosto.

& Nbsp;

1. Il mancato pagamento è la più grande minaccia per l'acqua del Covid-19
I servizi idrici stanno "camminando sul filo del rasoio", a causa di una significativa perdita di entrate causata dal mancato pagamento delle bollette dell'acqua durante la crisi. Un caso di studio di Rolando Hinojosa, presidente della National Federation of Water & amp; Sanitation Service Co-operatives e presentato al webinar Water Action Platform, sottolinea che 160 cooperative di acqua potabile e servizi igienico-sanitari in Bolivia sono essenzialmente insolventi. Ciò è dovuto a un'istruzione del governo di dimezzare le fatture dei clienti insieme al mancato pagamento, ha appreso il webinar.

Il dott. Clark ha attirato l'attenzione su un commento di Luke Wilson, vicedirettore del Center for Water Security & amp; Cooperation, che ha detto: “I servizi pubblici sono costretti a contrarre debiti dal governo, ma la gente potrebbe non essere in grado di ripagarli e il governo potrebbe non essere in grado di sostenere l'utilità. Stiamo camminando sul filo di un coltello. "

Il dottor Clark ha suggerito tre passi per andare avanti: “In primo luogo, dobbiamo riconoscere apertamente e onestamente la situazione in modo da poter avviare un dialogo. In secondo luogo, dovremmo abbracciare la rivoluzione digitale. Diverse fonti hanno identificato che uno dei principali impatti positivi del Covid-19 sarà un maggiore passaggio al digitale. Questo potrebbe essere trasformativo per il settore idrico. Sappiamo da anni che se utilizziamo i nostri dati in modo più intelligente, potremmo prendere decisioni operative e di capitale più informate, ma è difficile spostare i sistemi legacy verso un nuovo modo di lavorare digitale. Forse Covid-19 fornirà l'impulso di cui abbiamo bisogno. Infine, è il ruolo della nuova tecnologia. Come settore non siamo a corto di nuove tecnologie, tuttavia, il settore è spesso descritto come lento ad adottare ".

Con questo in mente, il prossimo webinar della Water Action Platform si concentrerà in particolare sulla tecnologia e fornirà un riepilogo dei punti salienti della recente scansione tecnologica Covid-19 di Isle.

& Nbsp;

2. Il calcio sta aiutando a sensibilizzare sulla crisi idrica globale
La squadra di calcio del Manchester City ha collaborato con il fornitore di tecnologia Xylem per creare un film che attiri l'attenzione sulla realtà che il mondo sta finendo l'acqua. Mentre i professionisti dell'acqua avranno fin troppo familiarità con le previsioni rigide - incluso che entro il 2045 potremmo non avere abbastanza acqua per soddisfare le nostre esigenze - come fa il settore a far notare al mondo? Sottolineando la minaccia e mettendola in relazione con qualcosa su cui siamo uniti, la dott.ssa Clark ha detto al webinar. Il film, The End of Football, evidenzia che se il compiacimento dell'acqua continua, il mondo è a una generazione di distanza dalla scarsità d'acqua che tocca ogni aspetto della nostra vita.

La dottoressa Clark ha dichiarato: “È interessante notare che il film è stato girato prima che si verificasse la pandemia e prima che il Covid-19 interrompesse effettivamente le partite di calcio. Il coronavirus ci ha mostrato quanto sia davvero fragile il mondo e il suo sport preferito ".

& Nbsp;

3. La spesa per lo sviluppo interno diminuirà di 396 miliardi di dollari
I paesi a basso e medio reddito disporranno di 396 miliardi di dollari in meno di quanto previsto per la spesa pubblica per lo sviluppo dal 2020 al 21, un rapporto presentato alle stime del webinar della Water Action Platform. La ricerca di WaterAid e End Water Poverty prevede anche che i paesi a basso reddito riceveranno 27 miliardi di dollari in meno se i donatori manterranno i loro attuali livelli di finanziamento rispetto al prodotto interno lordo. Le raccomandazioni includono l'aumento del livello degli aiuti da parte dei governi dei paesi a reddito più elevato dallo 0,7% del reddito nazionale lordo all'1%.

Sono state inoltre presentate le ricerche dello Stockholm International Water Institute e dell'Unicef sull'impatto del Covid-19 sui servizi di igiene idrica (WASH). Le organizzazioni hanno mappato le attività di WASH in America Latina per vedere cosa è cambiato da quando la pandemia ha preso piede. Conclude che mentre le priorità dei governi si spostano verso la ripresa economica, l'accesso ai servizi WASH rischia di perdersi nelle discussioni.

& Nbsp;

4. È possibile individuare i passeggeri infetti su aerei e navi da crociera
CSIRO, l'agenzia di ricerca scientifica nazionale australiana, ritiene di disporre di un sistema economico, rapido e preciso per rilevare il virus attraverso l'epidemiologia basata sulle acque reflue (WBE). Il webinar della Water Action Platform ha sentito che i ricercatori affermano di poter individuare i passeggeri infetti su aerei e navi da crociera, basandosi su una prova di concetto condotta a Brisbane dal CSIRO e dall'Università del Queensland.

È stata anche presentata la nuova ricerca WBE del KWR Water Research Institute nei Paesi Bassi, una delle prime organizzazioni a lanciare un programma di sorveglianza delle acque reflue. I grafici del 29 luglio mostrano una correlazione con il numero di casi registrati presso i servizi sanitari municipali olandesi e il numero di ricoveri ospedalieri. La curva delle acque reflue "reagisce" circa una settimana prima del ricovero in ospedale. Questa ricerca evidenzia ancora una volta che le fognature possono essere utilizzate come sistema di allarme rapido.

& Nbsp;

5. Il Sudafrica lancia il programma WBE
Due esperti del settore della Commissione per la ricerca sulle acque del Sud Africa, hanno condiviso i dettagli del programma nazionale di epidemiologia basata sulle acque reflue (WBE) lanciato di recente dal Sud Africa per Covid-19. Jay Bhagwan, direttore esecutivo e la dott.ssa Nonhlanhla Kalebalia, responsabile della ricerca, hanno fornito una panoramica del programma e dell'approccio in tre frasi che sta adottando per espandere l'iniziativa in tutto il paese.

La prima fase, una prova di concetto, è già in corso, a cui farà seguito un progetto pilota su larga scala, che sarà ampliato nella fase tre.

Il dott. Clark ha dichiarato: “Il Sud Africa aveva già in atto un programma di WBE e di tracciamento dei contatti per monitorare altri virus, Ebola e poliomielite. Forse la loro esperienza di siccità, unita alla preesistenza dei programmi WBE, aiuta a spiegare perché il numero di casi Covid-19 si attesta a mezzo milione in Sud Africa, ma le morti sono solo 8.000 ".

& Nbsp;

6. La tecnologia liofilizzata a basso consumo energetico potrebbe rivoluzionare la disidratazione dei fanghi
Una nuova tecnologia che utilizza un processo di liofilizzazione per disidratare ed essiccare i fanghi è stata presentata durante la presentazione tecnologica del webinar Water Action Platform.

Sviluppata dalla società svedese Elajo, l'unità liofilizzata funziona con qualsiasi fango o liquame con elevato contenuto di acqua e si basa su un controllo avanzato della temperatura. Elajo afferma che il processo è efficiente dal punto di vista energetico, funziona a un decimo del consumo energetico abituale e non utilizza sostanze chimiche.

Il dott. Clark ha affermato: “Esistono già molte tecnologie per l'essiccazione dei fanghi a un contenuto di solidi secchi più elevato, ma questi sono in genere processi ad alta temperatura che utilizzano molta energia. Il trucco utilizzato da Elajo consiste nell'incorporare una fase di congelamento dei fanghi a bassa temperatura. Ciò libera l'acqua intrappolata nei solidi del fango, facilitando l'evaporazione in una successiva fase di alta temperatura. Il meccanismo utilizzato per raffreddare i fanghi genera calore di scarto, proprio come fa il tuo frigorifero. Nel processo di liofilizzazione, il calore di scarto viene catturato e riutilizzato nella fase successiva ad alta temperatura, che è la chiave per la loro efficienza energetica.

"Questo potrebbe potenzialmente sostituire una serie di processi tipicamente implementati in un impianto di trattamento delle acque reflue".

Partecipazione
Il prossimo webinar si terrà due volte giovedì 20 agosto ed è aperto a servizi di pubblica utilità, organizzazioni e aziende del settore idrico. Ci sono due fasce orarie per adattarsi alle differenze di orario: 7:30 e 16:30 BST (UTC + 1).

Altri articoli sull'argomento

Tsurumi: pompe per disidratazione estrema

21.10.2020 -

Ambiziosi progetti di ingegneria civile e distanti depositi di materie prime: quando il compito è andare davvero in profondità, non sono solo le prestazioni della pompa a contare. Spesso più importante è il valore del pH dell’acqua.

Leggi tutto
Direttamente alla selezione dei prodotti nel

PumpSelector

ULTIME NOTIZIE

  • Eventi

    « Ottobre 2020 » loading...
    L M M G V S D
    28
    29
    30
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    11
    12
    13
    14
    15
    16
    17
    18
    19
    20
    21
    22
    23
    24
    25
    26
    27
    28
    29
    30
    31
    1
  • MERCATO DEL LAVORO