GEA annuncia emissioni nette di gas serra pari a zero entro il 2040

21.06.2021
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
GEA Group AG ha annunciato una strategia globale per il clima. Con i corrispondenti obiettivi climatici, GEA sta assumendo un chiaro impegno a raggiungere l'azzeramento delle emissioni nette di gas serra (GHG) lungo l'intera catena del valore entro il 2040.
GEA annuncia emissioni nette di gas serra pari a zero entro il 2040

Sede centrale GEA Dusseldorf, Germania (Fonte immagine: GEA Group Aktiengesellschaft)

L'azienda ha presentato il proprio impegno a zero e gli obiettivi intermedi per il 2030 all'iniziativa Science Based Targets (SBTi), l'organismo indipendente riconosciuto a livello mondiale per la revisione degli obiettivi climatici. La convalida degli obiettivi intermedi di GEA da parte di SBTi è prevista nella seconda metà del 2021, a conferma che gli obiettivi di GEA sono allineati con le ultime scienze del clima e contribuiscono efficacemente all'obiettivo di 1,5 gradi Celsius dell'accordo di Parigi.

“GEA sta intraprendendo azioni coraggiose per supportare la transizione globale verso un'economia net-zero. La nostra nuova strategia per il clima posiziona GEA come leader nel nostro gruppo di pari. Stiamo perseguendo la strategia climatica più completa e ambiziosa nel settore dell'ingegneria meccanica", afferma Stefan Klebert, CEO di GEA Group AG. “Stiamo incorporando la nostra intera catena del valore in questo sforzo, affrontando sia le emissioni dirette che quelle indirette. E così facendo, stiamo adottando un'azione chiara in linea con lo scopo di GEA: "ingegneria per un mondo migliore".

Investendo a livello globale in progetti certificati Gold Standard per generare energia pulita da vento, sole, biomassa e gas di scarico, le attività di GEA sono già neutrali dal punto di vista climatico dall'inizio del 2021. Istituito dal World Wide Fund for Nature (WWF), il Gold Standard certifica i progetti di protezione del clima che hanno il più alto impatto positivo possibile sul clima. “Le compensazioni di carbonio per le emissioni che non possiamo ancora evitare sono, ovviamente, solo il primo passo del nostro viaggio verso lo zero. Ecco perché stiamo lavorando per trasformare le nostre operazioni commerciali per contribuire efficacemente a limitare il riscaldamento globale", spiega Klebert.

Obiettivi intermedi 2030 presentati
Oltre all'obiettivo zero netto 2040 di GEA, l'azienda ha presentato ambiziosi obiettivi intermedi basati sulla scienza in tutti gli ambiti pertinenti. Rispetto all'anno di riferimento 2019, GEA mira a:

  • Ridurre le emissioni di GHG dalle proprie attività (Scope 1 e 2) del 60% entro il 2030
  • Ridurre le emissioni di GHG dalla fase di utilizzo dei propri prodotti da parte del cliente (Scope 3) del 18% entro il 2030

Azioni immediate per ridurre le emissioni di Scope 1 e 2
Per ridurre le proprie emissioni di Scope 1 e 2, GEA sta perseguendo molteplici iniziative. In primo luogo, l'azienda mira ad aumentare gradualmente la propria quota di energia rinnovabile al 100% entro i prossimi cinque anni. Per raggiungere questo obiettivo, GEA utilizzerà certificati di energia rinnovabile, estenderà la propria produzione di energia verde e esaminerà accordi di acquisto di energia a lungo termine. In secondo luogo, GEA aumenterà l'efficienza energetica della sua infrastruttura globale con iniziative volte a modernizzare gli edifici per uffici e gli impianti di produzione, dando priorità ai 29 siti di produzione più energivori che coprono l'80% del consumo energetico totale del gruppo.

In terzo luogo, nel tempo e ove possibile, GEA renderà ecologica la sua flotta globale di circa 4.300 auto aziendali. Una politica di mobilità verde introdotta oggi stabilisce che tutte le nuove auto incentivanti per i manager di GEA in Germania saranno elettriche al 100%. L'azienda investirà in wall box presso i siti tedeschi di GEA per supportare il lancio. "Vogliamo dare l'esempio", osserva il CEO Klebert. "Il nostro passaggio a una flotta a emissioni zero, a partire dalle auto per il nostro management in Germania, mostra che stiamo intraprendendo azioni chiare e visibili".

La riduzione delle emissioni di Scopo 3 è essenziale per raggiungere l'obiettivo di azzeramento netto
Le tecnologie innovative di GEA svolgono da tempo un ruolo decisivo nella riduzione delle emissioni di gas serra nei vari settori dei clienti finali che serve, in primis quello alimentare, delle bevande e farmaceutico. Con la sempre maggiore efficienza delle risorse della sua tecnologia di produzione e processo, GEA consente ai clienti di raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità. Tuttavia, rispetto alle emissioni di gas serra di GEA, le emissioni indirette dei fornitori e dei prodotti venduti – il cosiddetto Scope 3 – rappresentano oltre il 95% delle emissioni complessive di gas serra di GEA.

La strategia climatica dell'azienda si concentra quindi sull'identificazione dei punti critici di impatto climatico nel portafoglio di prodotti GEA e sull'ulteriore aumento dell'efficienza energetica dei prodotti GEA. Il portafoglio completo di GEA, che spazia da componenti e macchinari industriali a linee di lavorazione e stabilimenti completi, sarà analizzato a fondo nei prossimi anni. Questo livello di trasparenza consentirà all'azienda di dare priorità alla roadmap climatica e di sviluppare ulteriormente soluzioni sostenibili per i clienti.

“L'innovazione di prodotto sarà la leva chiave per raggiungere il nostro obiettivo di riduzione del 18% per Scope 3 nel 2030. È un obiettivo ambizioso, ma sono convinto che lo raggiungeremo; l'eccellenza ingegneristica è il punto di forza di GEA", commenta Klebert. “Ad esempio, stiamo già dotando clienti come il produttore di frullati innocenti di macchinari che consentono la produzione di bevande senza emissioni di carbonio. In futuro, impiegheremo tali soluzioni intelligenti per il clima su scala sempre più ampia”. Oltre a installare nuove tecnologie, GEA modernizza gli impianti dei clienti esistenti per ridurre il più possibile il loro impatto sul clima.

La sostenibilità come pilastro chiave nella Fabbrica del futuro di GEA
L'ottimizzazione della nostra impronta produttiva, che include la riduzione dell'impatto ambientale dei nostri siti, è un altro fattore importante per raggiungere gli obiettivi climatici e di sostenibilità di GEA. Il 21 maggio 2021 GEA ha posto le basi per un nuovo impianto di produzione a impatto climatico zero a Koszalin, in Polonia, un esempio concreto di come GEA mira a decarbonizzare la propria infrastruttura. La struttura produrrà la propria energia integrando pannelli fotovoltaici sul tetto e immagazzinando energia in batterie che possono essere utilizzate per alimentare i veicoli della flotta. Inoltre, verrà utilizzato un sistema combinato di calore ed elettricità (CHP) per generare elettricità e calore, che può essere utilizzato per riscaldare e raffreddare il sito. L'illuminazione a LED, il miglior isolamento degli edifici e il vetro a bassa emissività fanno tutti parte del concetto di edificio a impatto climatico zero della fabbrica.

“L'espansione Koszalin è più di una semplice costruzione; è un'opportunità per creare una "fabbrica del futuro", un centro di produzione competitivo e neutrale dal punto di vista climatico in Europa, basato sulle esigenze di GEA e sulle migliori pratiche del settore", spiega Johannes Giloth, COO di GEA. "Il concetto di Fabbrica del Futuro di GEA esemplifica il nostro scopo di 'progettare per un mondo migliore'."

Viaggio verso una strategia ESG completa
La strategia per il clima di GEA è il primo elemento costitutivo di una strategia globale per l'ambiente, la società e la governance (ESG) di GEA. Oltre alla protezione del clima, questa strategia terrà conto anche degli aspetti sociali e di governo societario. Rafforzerà l'impegno dell'azienda verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (UN SDGs) e diventerà un elemento fondamentale della "Missione 26", la nuova strategia aziendale di GEA attualmente in fase di sviluppo. La "Missione 26" sarà presentata al prossimo Capital Markets Day di GEA a settembre 2021.

Altri articoli sull'argomento

Wilo: Insieme per una maggiore protezione del clima

13.08.2021 -

L’elettricità svolge un ruolo fondamentale nello sviluppo della regione dell’Africa sub-sahariana: trattamento dell’acqua, catene di raffreddamento, elettricità, internet – e tutto questo in modo trasparente e sicuro. L’impresa sociale Africa GreenTec sta ora facendo un grande passo in questa direzione introducendo i cosiddetti ImpactSites.

Leggi tutto

Investimenti nello sviluppo della tecnologia di lubrificazione dell’aria per la navigazione sostenibile

15.07.2021 -

La lubrificazione ad aria per le navi marine è una soluzione in via di sviluppo che ridurrà radicalmente il consumo di carburante e l’impatto ambientale. Avendo acquisito una partecipazione di minoranza in Marine Performance Systems B.V., una società di tecnologia marittima con sede a Rotterdam, Alfa Laval sarà determinante nel rendere questa tecnologia tanto ricercata una realtà commerciale.

Leggi tutto
Direttamente alla selezione dei prodotti nel

PumpSelector

ULTIME NOTIZIE

MERCATO DEL LAVORO