ACHEMA 2022 affronta le questioni chiave del settore Digitalizzazione e sostenibilità

16.06.2022
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
Oltre alla trasformazione verso un'industria chimica climaticamente neutra e al tema perenne della digitalizzazione, l'attuale situazione politica globale pone enormi sfide anche all'industria di processo.
ACHEMA 2022 affronta le questioni chiave del settore Digitalizzazione e sostenibilità

Fonte immagine: DECHEMA Ausstellungs-GmbH

Quali tecnologie possono essere utilizzate per ottenere la deossilizzazione? Come proteggere e migliorare le reti della catena di approvvigionamento regionali e globali? E quali ostacoli devono essere superati nella digitalizzazione del settore? ACHEMA 2022 offre risposte e soluzioni a queste e a molte altre domande.

L'Europa punta a diventare climaticamente neutra entro il 2050. In linea con questo obiettivo, l'industria chimica sta lavorando alle tecnologie per raggiungere questo obiettivo. Quali sono le opportunità, le sfide e gli ostacoli? Come modelliamo il quadro politico e gli incentivi necessari? Quali strumenti finanziari sono richiesti? Queste domande saranno affrontate all'evento di apertura di ACHEMA intitolato "Industria chimica neutrale dal punto di vista climatico" il 22 agosto 2022 dalle 17:00 al termine della prima giornata di esposizione.

Dopo il discorso di benvenuto e l'apertura di ACHEMA di Klaus Schäfer, Chief Technology Officer di Covestro AG e Presidente di DECHEMA e.V., Martin Brudermüller, Presidente di CEFIC – The European Chemical Industry Council e CEO di BASF SE, presenterà la prospettiva della chimica europea industria nel suo discorso di apertura. Le domande aperte saranno discusse nella successiva tavola rotonda, con Martijn Smit, Direttore dello sviluppo aziendale di Northern Lights, ed Ernst Rauch, Chief Climate and Geo Scientist di Munich Re, che si uniscono al panel.

Green Innovation Zone mostra soluzioni per un futuro più sostenibile
Le sfide e le soluzioni per un futuro più sostenibile sono affrontate anche dalla "Green Innovation Zone": quest'area speciale riunisce pionieri, esperti e fornitori di soluzioni dell'industria, della politica e della scienza con decisori e utenti. La Green Innovation Zone mette in evidenza le innovazioni verdi e le sfide affrontate dall'industria di processo nel suo cammino verso una produzione climaticamente neutra. Cinque aree in particolare saranno sotto i riflettori di ACHEMA: produzione climaticamente neutra, economia circolare, acqua industriale, chimica sostenibile, bioeconomia.

"L'industria di processo dovrà elettrificare le sue strutture su tutta la linea e utilizzare l'idrogeno come fonte di energia a medio termine se vuole essere all'altezza delle sue responsabilità per la creazione di valore sostenibile", aggiunge Frank Jenner, Global Chemicals & Advanced Materials Industry Leader presso EY, il principale partner di innovazione verde di ACHEMA 2022. "Il settore sta già facendo di tutto ed è una sfida enorme, ma si può fare".

"Con l'ACHEMA di quest'anno, forse più che mai, diamo un segnale che la cooperazione tecnologica oltre i confini del settore, ma anche oltre i confini nazionali, è indispensabile per risolvere le crisi significative del nostro tempo", afferma Thomas Scheuring, CEO di DECHEMA Ausstellungs -GmbH. Björn Mathes, membro del consiglio di DECHEMA Ausstellungs-GmbH, aggiunge: "Come piattaforma di settore, possiamo creare un nucleo nei nostri formati di conferenze e nelle discussioni agli stand, in cui l'industria lavora insieme su una soluzione".

Digital Hub e Digital Lab offrono la digitalizzazione a portata di mano
Il tema della digitalizzazione ha finalmente conquistato un primo posto nell'agenda dell'industria di processo. Il nuovo gruppo espositivo "Digital Hub" contribuisce a questo: è il punto di incontro centrale per gli esperti digitali e tutti i partecipanti interessati o coinvolti attivamente nella trasformazione digitale dell'industria di processo. L'area espositiva con un palco centrale mette in primo piano le vetrine digitali dell'industria di processo e offre le ultime informazioni di esperti e fornitori di soluzioni e facilita discussioni orientate al futuro.

Un totale di sei casi d'uso per il laboratorio connesso e digitalizzato saranno presentati presso l'Area Azione Digital Lab, lo smart lab di domani da vivere, toccare e provare. I produttori di apparecchiature e software dimostreranno soluzioni di digitalizzazione tra produttori utilizzando esempi pratici pertinenti. Lo spettro spazia dai processi di lavoro assistiti da Cobot per la preparazione e l'analisi dei campioni, il controllo di processo orientato all'utente con i Laboratory Execution Systems, a soluzioni di apparecchiature connesse orizzontalmente e verticalmente ma adattabili in modo modulare con la prospettiva di un'infrastruttura di laboratorio condivisa e una perfetta integrazione tra input del campione e qualità -risultati dell'analisi assicurati. Software e soluzioni innovative per dispositivi sono supportati dal Laboratorio & Standard per dispositivi analitici (LADS) per OPC UA.

"Digitalizzazione, sostenibilità, sicurezza dell'approvvigionamento: le sfide che ci attendono sono enormi e possono essere superate solo insieme e in tutti i settori", afferma Thomas Scheuring. "Utilizziamo quindi ACHEMA nell'agosto 2022 come l'unica vetrina completa al mondo delle ultime tendenze tecnologiche nel nostro settore per trovare e affrontare insieme soluzioni".

Altri articoli sull'argomento

MCE – Mostra Convegno Expocomfort presenta la nuova identità visiva e il nuovo claim

05.01.2023 -

“Beyond Comfort” è il nuovo claim che MCE ha presentato al meeting ANGAISA e che ne sintetizza il nuovo posizionamento strategico. Innovazione, sostenibilità ed efficienza energetica sono le linee guida sulla base delle quali RX Italy, in occasione di MCE 2024, svilupperà d’ora in avanti una serie di iniziative dedicate al settore HVAC+R, alle fonti energetiche rinnovabili e alla gestione delle acque.

Leggi tutto

bauma 2022 mette in risalto il potere del settore di innovare e supera le aspettative

03.11.2022 -

Quando il parco di Messe München diventa per sette giorni il fulcro dell’industria delle macchine edili, il bauma ha finalmente luogo di nuovo. Un totale di circa 3.200 espositori provenienti da 60 paesi (2019: 3.684 espositori da 63 paesi) e oltre 495.000 visitatori da oltre 200 paesi (2019: 627.603 visitatori da oltre 200 paesi) sono venuti a Monaco per la fiera leader mondiale delle macchine edili , macchine per materiali da costruzione, macchine per l’estrazione mineraria, veicoli da costruzione e attrezzature per l’edilizia si sono tenute dal 24 al 30 ottobre. La percentuale di visitatori internazionali è stata di circa il 50%.

Leggi tutto