La pompa tubolare Watson-Marlow aiuta a cercare microplastiche nocive

29.10.2020
Articolo tradotto a macchina
  Passa all'originale
Un progetto di ricerca che esamina il problema delle microplastiche nelle acque interne ha utilizzato una pompa a tubi 323Dz del Watson-Marlow Fluid Technology Group (WMFTG) per garantire che il campionamento sia pratico, affidabile e coerente.
La pompa tubolare Watson-Marlow aiuta a cercare microplastiche nocive

La pompa tubolare Watson-Marlow aiuta a cacciare microplastiche dannose (Fonte immagine: Watson-Marlow Fluid Technology Group)

La pompa compatta della serie 300 non solo funziona con la precisione e l'affidabilità richieste, ma elimina la possibilità che i contaminanti plastici producano risultati di misurazione imprecisi. Il campionamento viene eseguito automaticamente a intervalli programmati.

Sebbene immagini scioccanti abbiano evidenziato il problema dei rifiuti di plastica negli oceani, il problema delle microplastiche nelle acque interne è passato relativamente inosservato. Tuttavia, quantità crescenti di particelle di plastica di dimensioni pari o inferiori a 5 mm sono ormai comuni nei laghi e nei fiumi. Le famiglie private sono tra i principali responsabili, principalmente a causa del distacco di particelle dai tessuti durante i cicli di lavaggio. Anche le particelle dei cosmetici sono problematiche.

Il progetto di ricerca PLASTRAT, coordinato dall'Università Bundeswehr di Monaco e sostenuto dal Ministero Federale Tedesco dell'Istruzione e della Ricerca (BMBF), mira a valutare le dimensioni e l'entità del problema.

Le sfide del campionamento
"Uno dei compiti primari iniziali di PLASTRAT era quello di sviluppare un metodo uniforme e comparabile per il prelievo di campioni negli impianti di trattamento delle acque reflue", spiega Univ.-Prof. Dr Christian Schaum, professore di ingegneria sanitaria e gestione dei rifiuti presso l'Università Bundeswehr di Monaco. I campioni devono essere prelevati a intervalli di tempo per compensare le fluttuazioni durante il giorno e garantire confronti adeguati. La procedura deve anche escludere la possibilità che i campioni vengano contaminati da altre particelle di plastica.

Lavorando presso l'impianto di trattamento delle acque reflue Fellach a Holzkirchen, vicino a Monaco, i ricercatori hanno sviluppato una procedura di campionamento che tiene conto di questi criteri. Per 24 ore, una pompa alimenta l'acqua da cui devono essere prelevati i campioni in un serbatoio di raccolta. L'acqua in questo serbatoio da 1.000 litri viene quindi agitata per promuovere l'omogeneizzazione e creare un campione misto.

"Il campione viene successivamente fatto passare attraverso una cascata multilivello di filtri con dimensioni dei pori di 50 e 500 μm per concentrare le particelle microplastiche", spiega Natalie Wick, un membro del team del progetto. "I residui di filtrazione vengono analizzati per vedere quanto resti di microplastica. "

Una pompa soddisfa molti requisiti
Una delle sfide durante lo sviluppo di questa procedura è stata la selezione della pompa ottimale per il campionamento.

"I campioni dovevano essere prelevati all'uscita del separatore di sabbia, così come all'uscita dall'area di trattamento secondaria, in diversi impianti di trattamento delle acque reflue", spiega la signora Wick. "Pertanto, la pompa doveva essere leggera e versatile, ma anche robusta e affidabile."

Oltre ad alti livelli di precisione, l'acqua di campionamento a volte doveva essere pompata in serbatoi che erano diversi metri più in alto del livello dell'acqua. Inoltre, la pompa avrebbe bisogno di funzioni di erogazione a intervalli programmabili e sarebbe in grado di aspirare acqua in modo autonomo. Tuttavia, il requisito più importante è derivato dalla natura stessa del soggetto di ricerca.

"Dato che volevamo indagare sulla presenza di particelle di plastica nell'acqua, era importante che i campioni non fossero contaminati con altra plastica", afferma la signora Wick.

Per escludere questa possibilità, le uniche materie plastiche che potevano essere utilizzate erano il silicone o il teflon. Questi materiali non sono stati trovati in quantità significative nei campioni di acque reflue e potrebbero quindi essere esclusi dal processo di analisi.

Nessun blocco o contaminazione
È diventato subito chiaro che solo una pompa tubolare poteva soddisfare questo lungo elenco di requisiti. Grazie al suo sistema di pompaggio peristaltico chiuso, solo il tubo viene a contatto con il fluido, in questo caso il campione d'acqua. A differenza di altri tipi di pompe, come quelle basate su tecnologie centrifughe oa membrana, una pompa tubolare non ha giranti, guarnizioni o valvole nell'area attraverso la quale viene alimentato il fluido. Questo design non solo previene la contaminazione, ma il suo percorso di flusso senza ostacoli significa anche che i blocchi sono estremamente improbabili.

Le pompe tubolari sono la soluzione migliore per il campionamento continuo autonomo a intervalli di 24 ore perché sono autoadescanti e prevengono efficacemente i danni che sarebbero causati dal funzionamento a secco. Inoltre, una potente aspirazione gestisce qualsiasi differenza di altezza tra il punto in cui viene prelevato il campione e il serbatoio di contenimento.

Preciso, programmabile e facile da usare
"Abbiamo già avuto esperienze positive con le pompe tubolari Watson-Marlow nei nostri laboratori", riferisce il professor Schaum. Questi incontri di successo hanno portato alla scelta di una pompa tubolare con involucro serie 300 Watson-Marlow, che sarebbe stata successivamente utilizzata per alimentare 1.000 litri di acqua nel serbatoio campione nell'arco di 24 ore. La pompa estrae 5 litri di acqua in ciascuno dei 200 cicli di campionamento, con trasporto automatico che impiega circa 2,5 minuti. La pompa può essere facilmente programmata per eseguire un determinato numero di erogazioni processi con una quantità specifica a intervalli di tempo stabiliti.

Grazie alla testina ribaltabile, il tubo, o anche l'intera testina, può essere sostituito in pochi minuti. In questo progetto, è stato utilizzato un tubo di silicone di alta qualità fornito da Watson-Marlow per evitare che i campioni venissero contaminati da particelle di plastica. Poiché la pompa e il tubo sono stati prodotti dalla stessa azienda, erano perfettamente compatibili e in grado di ottenere in modo affidabile la necessaria precisione di campionamento.

La pompa tubolare Watson-Marlow serie 300 è già in funzione da più di due anni e "funziona in modo affidabile ed efficiente quando si prelevano numerosi campioni in molte situazioni diverse", conclude la signora Wick.

Altri articoli sull'argomento

Elaborazione degli alimenti efficiente con tubo flessibile rivestito in PTFE a lunga durata

20.11.2020 -

Gli stabilimenti di alimenti e bevande possono ora massimizzare la redditività della linea di produzione con FaBLine, un nuovo tubo flessibile per alimenti di Aflex, parte del Watson-Marlow Fluid Technology Group (WMFTG). Sviluppato per soddisfare i più recenti standard di igiene, il tubo brevettato rivestito in PTFE con treccia in acciaio inossidabile 316 standard garantisce un trasferimento e una manipolazione del prodotto efficienti, offrendo allo stesso tempo una durata maggiore rispetto ai tubi alternativi in gomma.

Leggi tutto

I nuovi contenuti di case study video online dimostrano il valore del dosaggio chimico “preciso e accurato” per il produttore di carta del Regno Unito

22.10.2020 -

Il valore del “pompaggio preciso, coerente e accurato” per un produttore di carta del Regno Unito viene esplorato in un nuovo video in stile documentario di Watson-Marlow Fluid Technology Group. Il nuovo video, l’ultimo di una serie di case study filmati, è stato lanciato su YouTube e altri canali social questa settimana.

Leggi tutto
Direttamente alla selezione dei prodotti nel

PumpSelector

ULTIME NOTIZIE

  • Eventi

    « Gennaio 2021 » loading...
    L M M G V S D
    28
    29
    30
    31
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    11
    12
    13
    14
    15
    16
    17
    18
    19
    20
    21
    22
    23
    24
    25
    26
    27
    28
    29
    30
    31
  • MERCATO DEL LAVORO